Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2016

#mapparoma3 - Occupazione a Roma: nella periferia est e sul Litorale il maggior disagio

Immagine
La terza #mapparoma mette a confronto due variabili macroeconomiche centrali per la comprensione delle dinamiche socioeconomiche in ambiente urbano: tasso di occupazione e tasso di disoccupazione. Variabili importanti perché essere occupati non significa solo avere la possibilità di produrre reddito ma anche e soprattutto far parte di una comunità, realizzare se stessi, sentirsi inclusi: per questi motivi le geografie della disoccupazione sono sintomatiche di disagio territoriale. Sebbene i dati disponibili non siano recenti, in quanto tratti dal censimento Istat 2011, rappresentano l’unica possibilità di indagare questi fenomeni a livello di quartiere. 

Analogamente alle prime due #mapparoma su istruzione e nuclei familiari, anche la terza evidenzia una frattura tra centro e periferia, sebbene maggiormente frastagliata e con alcuni casi particolari. Ad esempio, la massiccia presenza di stranieri residenti presso associazioni e Caritas a Centro Storico, Trastevere e Torrespaccata rende…

#mapparoma2 - Vivere al centro costa troppo: le famiglie numerose fuori dal Raccordo

Immagine
La seconda #mapparoma tratta le caratteristiche di numerosità dei nuclei famigliari mettendo a confronto la quota di famiglie con un solo componente rispetto al totale delle famiglie (a sinistra) con la quota di famiglie più numerose (4 o più componenti) rispetto al totale delle famiglie (a destra). Il livello dettaglio è ancora una volta il quartiere, ovvero la suddivisione della città in 155 zone urbanistiche omogenee in termini territoriali e socio-economici.
La numerosità del nucleo famigliare costituisce, assieme al reddito, la base per misurare la condizione socio-economica delle famiglie. In maniera del tutto simile con quanto abbiamo osservato per i livelli di istruzione, le due distribuzioni palesano una netta distinzione tra le tipologie familiari tipiche del centro e delle periferie esterne al GRA.
Su un totale di 1.157.000 famiglie, quelle con un solo componente sono a Roma 440mila, mentre quelle con almeno 4 componenti sono 202mila. Quasi mezzo milione di romani vive da sol…

#mapparoma1 - A Parioli 8 volte i laureati di Tor Cervara

Immagine
La prima #mapparoma riguarda i livelli di istruzione, un fattore cruciale nelle opportunità sociali ed economiche delle persone nonché uno degli indicatori distribuiti in maniera maggiormente diseguale nel territorio urbano: dall'analisi dei dati emerge una evidente seppure nota segmentazione della città che non può lasciare indifferenti.

Le due mappe rappresentano, rispettivamente, la quota di residenti in possesso di laurea e quelli con licenza elementare oppure nessun titolo di studio. Il dettaglio è a livello di quartiere, utilizzando la suddivisione della città in 155 zone urbanistiche omogenee in termini territoriali e socio-economici.

Le due distribuzioni, che curiosamente rappresentano valori assoluti praticamente identici, pari a 500mila residenti ognuna, sono speculari e palesano una geografia monocentrica, a supporto dell’idea che, a Roma, la distanza dal centro è anche e soprattutto una distanza sociale.



(clicca sull'immagine per ingrandire)


La percentuale maggiore di …

#mapparoma0 - Eccoci!

Quando si parla di Roma spesso si finisce per cadere nella trappola dei luoghi comuni, della visione stantia di una città che non c'è più, dell'inconsapevolezza di come cambiano i romani e dove si spostano. Lo sterminato territorio capitolino è interrotto da barriere visibili e invisibili che determinano realtà urbane molto diversificate, spesso poco conosciute, e in continua evoluzione.

Oggi, nell’era della connettività universale, una volta allontanati dai percorsi più battuti a Roma si può avere la sensazione di fare un salto nel buio e, un po’ come accadeva ai navigatori del quindicesimo secolo (loro sì, per colpa di mappe inesatte), di imbattersi in nuove terre, piene di problemi ma anche di potenzialità.

L'esperimento che abbiamo voluto chiamare #mapparoma rispecchia la nostra volontà di condividere una finestra sulle reali differenze esistenti nella città, sulle caratteristiche e le dinamiche di un territorio grande e complesso. Proprio per questo, non ci limiteremo a…